Crea sito

Circuiti: Mugello

 

Circuiti: MugelloCircuiti: Mugello

 

 

Circuiti: Mugello -Circuito Internazionale del Mugello-

Circuiti: Mugello -Il circuito è immerso in un bellissimo paesaggio, fatto di colline,  tranquillità: se vi capiterà di passeggiare nei dintorni vi renderete conto di persona dello strano ed anche suggestivo effetto prodotto dal rombo di una Formula 1 che sfreccia in pista mentre nei boschi circostanti regna il più assoluto silenzio. Una sensazione strana e unica nel suo genere. I giorni di gara, specialmente il weekend del Gran Premio d’Italia MotoGp, tutto il Mugello parla dell’evento e per arrivare all’autodromo bisogna mettersi in viaggio con una buona dose di pazienza tanta è l’affluenza.

Il tracciato dell’Autodromo è caratterizzato da un rettilineo in salita lungo oltre 1 km, dove le MotoGP da 990 cc raggiungevano una velocità di circa 340 km/h, (Dani Pedrosa 349.288 Km/h nel 2006) da severi cambi di pendenza e da curve molto veloci, cieche e impegnative, come l'”Arrabbiata 1″ e l'”Arrabbiata 2″. Da notare anche la Casanova-Savelli, una chicane destra-sinistra in discesa, importante per il tempo sul giro. Altro punto fondamentale è la curva “San Donato”, la prima del tracciato (posta in fondo al rettilineo sopracitato), dove è importante frenare il più tardi possibile.

Circuiti: Mugello

Circuiti: Mugello -L’evoluzione del tracciato è stata causata dalla necessità di migliorare gli standard di sicurezza. Nel 2007 la biglietteria principale è stata modificata e ha assunto la forma di un casco. Nel 2011, il manto di asfalto è stato completamente rinnovato con tecniche innovative. Nello stesso anno è stata realizzata ed inaugurata la nuova tribuna centrale coperta. Con una capienza di 4.500 posti (800 dei quali sovrastanti le curve Biondetti) la nuova tribuna ospita alla sua sommità 3.000 pannelli fotovoltaici, che assicurano il 25% del fabbisogno elettrico dell’impianto. L’impianto è dotato di un sistema di gestione ambientale certificato 14001:2004.

Circuiti: MugelloLe quindici curve mozzafiato dipinte sui saliscendi delle colline toscane rendono tecnico e impegnativo un tracciato dove ancora il pilota può “fare la differenza”. Dopo il lunghissimo rettilineo, dove le MotoGp raggiungono velocità intorno ai 340 km/h, si affronta una violenta staccata,  immettendosi nella curva San Donato, in salita e la più lenta del circuito, poi le curve  in sequenza Luco e Poggio Secco, fino al punto più alto della pista. Dopo un breve rettilineo le veloci Materassi – Borgo San Lorenzo conducono nel settore strategico e più spettacolare del circuito: la doppia in discesa Casanova Savelli, in contropendenza da affrontare a velocità vertiginosa, e le due Arrabbiata, in salita  con raggio variabile, cieca l’uscita della seconda.

 


Fai un giro della pista con la  XzCam


 

I NUMERI DEL MUGELLO

Lunghezza totale 5.245 m
Larghezza max. 14 m
Larghezza min. 9,60 m
Totale tratti rettilinei 2.699 m
Totale tratti curvi 2.546 m

Totale curve n. 15 di cui n° 9 a destra e 6 a sinistra
Pendenza max. 9,5%
Dislivello totale 41,19 m Lunghezza tratto max rettilineo 1.141 m Altitudine s.l.m. 292 m

 

Indirizzo: Autodromo del Mugello – Via Senni, 15 – 50038 Scarperia (Firenze) Telefono e fax: 055 / 8499111 – 8499251

Sito Internet: www.mugellocircuit.it

Vedi anche: Battesimo dell’asfalto


 

Come arrivare al Mugello

In auto   Autostrada A1 (Milano – Napoli), uscita Barberino di Mugello, seguire i  cartelli indicanti “Autodromo Internazionale del Mugello” –  Scarperia.
Da Nord è possibile uscire al casello autostradale di Pian del Voglio,  raggiungendo il circuito dal Passo della Futa, Galliano, Scarperia. Da Firenze SS302 “Faentina” attraversando Fiesole, Polcanto,  Borgo San Lorenzo, oppure SS65 “della Futa” oltrepassando Pratolino, Vaglia,  San Piero a Sieve.
Valicando l’Appennino tosco emiliano dal Passo del Muraglione od dal  Passo della Colla, una volta raggiunto Borgo San Lorenzo (5 km dal circuito)  seguire le indicazioni per Luco Mugello e Scarperia.


 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utenti connessi