I Nodi

i nodi
 

I Nodi

Le guide che trovate su questo blog relative all’uso di materiali e/o tecniche specifiche sono unicamente a scopo illustrativo e dimostrativo e/o di rivista per chi è già abilitato e non sostituiscono assolutamente i corsi e le scuole professionali che solo loro possono abilitare alla pratica in sicurezza. 

Come dice un vecchio spot pubblicitario, ci sono solo due tipi di nodi, “Quelli fatti bene e quelli fatti male” e quando si parla di alpinismo quelli fatti male, possono fare la differenza tra l’al di qua e l’al di là !!!
Quindi prendetevi tutto il tempo che volete ma imparate a farli bene, provare e riprovare finche non diventi un gesto naturale, automatico e che si padroneggi in qualunque momento.
In diversi casi esistono più nodi che svolgono una stessa funzione, pertanto la scelta di uno rispetto ad un altro è un fatto puramente soggettivo, e può dipendere molto dalla nostra capacità manuale.
Imparare i nodi, esercitandosi con una fune o con una corda, ma non adoperare spago o lacci perché nel momento in cui si avrà veramente bisogno di quel nodo, dovremo saperlo fare con una corda vera e non solo con uno spago.

Esistono migliaia e migliaia di nodi ma quelli che effettivamente servono sono pochissimi.
Questa semplice constatazione mi ha convinto a selezionare e presentare soltanto quei nodi che realmente possono trovare
pratiche e diffuse applicazioni nella vita quotidiana e nelle più svariate attività:
Nautica, Alpinismo, Pesca, Campeggio, ecc..

Ora vediamo quali sono quelli maggiormente utilizzati in alpinismo ed in quali situazioni possono essere usati.

 

Clicca l’immagine relativa per l’approfondimento


I Nodi
 Savoia
I nodi
Prusik
I nodi
Machard

   

 

 

 

I Nodi
Bachmann
I Nodi
Mezzo Barcaiolo
I Nodi
Barcaiolo

         

 

 

 

Otto ripassato
A Otto Ripassato
Inglese
Bocca di Lupo

     

Utenti connessi